Stampa

A proposito di internazionalizzazione: qualche indicazione

 

Intanto però conviene dire qualcosa in modo chiaro L’internazionalizzazione torna utile quasi sempre, perché offre occasioni nuove, prospettive diverse, conoscenze non attingibili restandosene a casa, nemmeno con i più aggiornati strumenti di comunicazione telematica ed usufruendo dei più potenti motori di ricerca. Anzi a tal proposito è comunque particolarmente consigliabile, per ampie consultazioni bibliografiche, il ricorso ad un sito dell’Università tedesca di Karlsruhe, KVK (Karlsruher Virtueller Katalog), che contiene oltre 500 milioni di titoli di libri e di riviste, grazie ad una soluzione ingegnosa, quella di un unico motore di ricerca applicato alla maggior parte di tutti i motori di ricerca bibliografica:

https://kvk.bibliothek.kit.edu

Sul medesimo sito, per esempio, si può avere un’idea su quali riviste sono disponibili nel mondo a trattare un certo argomento. Basta inserire nel campo di ricerca il tema cui si è interessati per scoprire quali periodici pubblicano articoli in materia. Si consiglia di scegliere preferibilmente la lingua inglese, ma la ricerca può riguardare molte altre lingue, italiano compreso.

Per individuare studiosi interessati al nostro medesimo oggetto d’indagine risulta molto efficace la partecipazione a convegni e seminari internazionali, soprattutto quando sono centrati sullo stesso ambito di studio che ci interessa o su problematiche affini. Non sarà difficile incontrare altri colleghi che lavorano su un campo simile al nostro o che stanno preparando un progetto di ricerca in proposito e magari sono alla ricerca di collaboratori stranieri o di responsabili nazionali di unità di ricerca. Per esempio, presentare un paper in una sessione di un meeting internazionale desta attenzione in chi vi partecipa e pone le premesse per eventuali accordi, edizioni di numeri monografici di riviste, pubblicazioni di articoli, coinvolgimenti in iniziative editoriali ed in boards scientifici oppure come advisors, co-editors, guest editors.

Un’altra indicazione produttiva può essere quella di consultare sistematicamente i siti delle più importanti associazioni internazionali, che spesso presentano bandi per colloqui, stages, offerte/domande di cooperazione, summerschools, insegnamenti, periodi di ricerca, borse di studio. Fra gli indirizzi da non mancare si segnalano:

per la lingua inglese

http://www.isa-sociology.org/en/ (in particolare la voce Junior Sociologists)

http://www.europeansociology.org/ (in particolare le voci Research Networks, Conferences, Publications)

http://www.asanet.org/ (in particolare le voci Research & Publications, Career Center)

per la lingua francese

http://www.aislf.org/ (in particolare le voci Actualités, Offres, CR et GT)

http://www.test-afs-socio.fr/drupal/ (in particolare le voci Socio-logos, RT/GT, Fiche conseils)

per la lingua portoghese

http://www.aps.pt/ (in particolare le voci Congressos, Conferências e Atividades da APS; Publicações; Áreas Temáticas; Editoras, Revistas, Livrarias e Coletâneas; Trabalho: Oferta e Procura)

per la lingua spagnola

http://www.fes-sociologia.com/ (in particolare le voci Noticias, Actividades, Recursos)

FacebookTwitterDeliciousLinkedin
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner (con il tasto "CLOSE"), scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando su "MORE"